Per sfuggire all’arresto morde un carabiniere. A casa gli trovano un arsenale

Un tranquillo pomeriggio domenicale, a Campi Salentina, si è d’improvviso movimentato intorno alle 15.30, e ha riservato un prosieguo di eventi a dir poco rocamboleschi. Protagonista principale è stato Carlo Maci, classe 1968, personaggio che sinora non si era segnalato alle cronache locali. maci carloLa scena iniziale ha avuto invece come teatro il bar “Las Vegas”, nel centro della cittadina. L’uomo si è presentato nel locale, in cui in quel momento era presente il solo gestore e al cui esterno si intrattenevano due clienti, tra cui una ragazza. Stando alla denuncia del titolare, MACI (che lui conosceva) ha inizialmente – e senza apparente motivo – pronunciato ingiurie all’indirizzo della sorella dell’uomo, a quanto pare in relazione a un episodio polemico di qualche giorno prima. Nonostante le sollecitazioni ad allontanarsi, il MACI avrebbe continuato a inveire contro il titolare dell’esercizio sino a estrarre una pistola da una tasca del suo giubbotto e a infilarla nella cintola dei propri pantaloni, con fare chiaramente spavaldo. Scena simile si è ripetuta quando è entrata nel bar la ragazza che si stava intrattenendo all’esterno: MACI – sempre secondo le dichiarazioni raccolte – ha riestratto la pistola per esibirla platealmente (ma non puntarla contro i due “interlocutori”) e poi riporla ancora in una tasca del proprio giubbotto. Quindi si è allontanato definitivamente, ma non prima di minacciare ulteriormente il gestore. Immediatamente allertata, è intervenuta una pattuglia del NORM – Aliquota Radiomobile di Campi Salentina, che ha cominciato a cercare l’uomo per le strade di Campi. E lo ha trovato presso casa sua, apparentemente calmo. La sorpresa non ha però tardato. Durante la perquisizione personale i militari hanno trovato nel giubbotto dell’uomo una pistola “Tanfoglio” cal. 9×21, detenuta illegalmente, con caricatore vuoto. E quando lo hanno invitato a seguirli in caserma per gli ulteriori accertamenti, egli ha reagito improvvisamente colpendo uno dei due carabinieri con pugni e schiaffi al volto; inevitabile la colluttazione, nel corso della quale lo stesso carabiniere ha subito anche un violento morso a una coscia. Anche il trasporto sull’auto di servizio è stato particolarmente problematico: MACI ha sferrato alcuni calci al veicolo, tanto che è stato necessario l’intervento di una guardia giurata e di altra pattuglia della Stazione di Squinzano in ausilio agli operanti. In mezzo, un’infinità di ingiurie all’indirizzo sempre della pattuglia che lo stava bloccando. La perquisizione dell’abitazione del MACI ha sortito ulteriore sorpresa: sono stati rinvenuti e sequestrati quattro pugnali con lama (anche seghettata, tipo-“Rambo”) lunga dai 14 ai 20 cm, due bisturi confezionati, una fionda artigianale e altri 4 coltelli a serramanico. Il MACI è stato infine arrestato e tradotto presso il carcere di Lecce, su disposizione del dott. Emilio Arnesano, P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribuanle di Lecce. Dovrà rispondere di Porto illegale di arma comune da sparo, Resistenza a Pubblico ufficiale, Oltraggio a Pubblico ufficiale, Minaccia aggravata, Danneggiamento, Detenzione abusiva di armi bianche.

20 gennaio 2015

logo

Related posts

Farina, uova e passata di pomodoro i prodotti più acquistati

Farina, uova e passata di pomodoro i prodotti più acquistati

Con l’emergenza Coronavirus balzano in cima alla topten degli acquisti farine, uova e passata di pomodoro, mentre calano le vendite dei prodotti da forno. E’ quanto afferma Coldiretti Puglia, sulla base di una indagine delle vendite nei Mercati contadini di Foggia e Brindisi e delle richieste di...

Hobby fatale per un pensionato: si recide un’arteria con la motosega e muore

Hobby fatale per un pensionato: si recide un'arteria con la motosega e muore

Un 67enne di Calimera, pensionato, stava potando i suoi alberi di olivo quando la motosega ha deciso il suo futuro. Per cause ancora da chiarire il pericoloso attrezzo a scoppio gli ha reciso l'arteria radiale del polso sinistro. L'uomo non ha fatto nemmeno in tempo a chiedere soccorso che è...

L’anno solare finisce a Novembre quando inizia FieraCavalli a Verona

L'anno solare finisce a Novembre quando inizia FieraCavalli a Verona

Sono emozionato. L’emozione mi pervade ogni anno dopo la fine della stagione estiva e il pensiero vola subito verso Fiera Cavalli 2019, quest’anno tornata alla sua data tradizionale. Dal 7 al 10 novembre sarò a Verona, un’altra volta. Ma prima di partire bisogna pensare all’alloggio. Bisogna...

Leave a comment